Tra donne e uomini attenti alle scarpe

scarpe-a-punta-da-donnaL’abbigliamento ha tre funzioni principali: proteggerci dalle intemperie, attrarre sessualmente, rappresentare uno status symbol. Spesso le tre funzioni si combinano.
Tanto più nelle società dei consumi del ricco Occidente dove le mode sono programmate dalle industrie sulla base di ricerche di mercato e dove i gusti dei consumatori sono fabbricati in relazione alle esigenze commerciali. Quest’anno vanno di moda costosi stivali a punta strettissima e costose scarpe con larghissima punta quadrata. Apparentemente i primi sembrano una vera e propria tortura per i piedi, le seconde uno spazio eccessivo all’interno del quale il piede si perde. Forse è così. Ma quello che importa è che i consumatori comprano quei modelli, li indossano e sono contenti.

Il successo di questi tipi di calzature ci dice molto sul modo di pensare delle persone
e sui messaggi subliminali delle industrie che li fabbricano. Intanto, i due modelli
oggi alla moda esibiscono delle forme che permettono di differenziarsi dalle
calzature dell’anno passato. E in una società in cui il cambiamento è d’obbligo, anzi è
la nuova tradizione, assumere un look diverso stagione dopo stagione è un modo per
presentarsi agli altri come sempre-nuovi, eternamente giovani perché eternamente
diversi. E fin qui siamo all’interno della nota dialettica della moda: il tentativo della
società industriale e post industriale di conciliare il transitorio con l’eterno, il passato
con il futuro, la memoria di ieri con la perdita della memoria nell’immediato domani.

E’ in questi passaggi che risiede il piacere e il potere della moda. Ma come ogni moda
le calzature di quest’anno offrono alla sguardo un messaggio latente: l’abbigliamento
vissuto come un’arma. Un’arma di protezione e di offesa. Ad osservarli gli stivaletti
alla moda hanno una punta a forma di lancia. Un’estremità sottile, capace di
penetrare, di fare del male, talvolta guarnita con placche di metallo. Prendersi un
calcio da un piede così ben armato significa procurarsi una ferita. Certo un piede
compresso in una calzatura simile è anche un piede sofferente. Ma sadismo e
masochismo sono facce diverse della stessa medaglia. Estremi psicologici resi oggi
visibili nella moda dei piercing inseriti nei punti più sensibili del corpo: spettacolo
quotidiano di una piacevole esposizione pubblica del dolore. Le scarpe dalla larga
punta quadrata sono in genere molto robuste e, pur trasmettendo l’idea di un
possibile corpo contundente, rispetto agli stivaletti attualmente alla moda sono più
uno strumento di difesa che di offesa. E’ come se il piede fosse protetto da
un’armatura. Un piede blindato, inespugnabile.

I colori. Gli stivaletti vanno prevalentemente dal nero a varie gradazioni del rosso
passando per il blu acquamarina. Tinte forti, immediatamente visibili. Le scarpe a
punta quadrata prediligono le tonalità scure. I colori non ci danno moltissime
informazioni. Il genere sì. Gli stivaletti sono calzati prevalentemente da donne, le
scarpe a punta quadrata sembrano maggiormente scelte dagli uomini. Selezione che
conferma due tendenze: la svolta virile dell’universo simbolico femminile,
l’indebolimento del ruolo maschile. Gli stivaletti offensivi tradiscono l’aggressività a
cui le donne devono sempre più ricorrere per farsi strada nella vita. La scarpe
difensive tradiscono lo smarrimento del maschio dinanzi alla concorrenza dell’altro
sesso. Entrambe vittime di una società violentemente competitiva donne e uomini
sono oggi in guerra totale: tra di loro e con la società intera. Abitare lo stesso spazio
significa esibire dosi sempre più elevate di aggressività. Sono le scarpe a dircelo.
Perché per il resto dobbiamo civilmente fingere.

Patrizio Paolinelli,  il Domani di Bologna, 10 aprile 2002.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...