Mete dell’alta tecnologia

comunicazione1Intervista a Francesco Salomone, Amministratore Delegato di Meta.Com
“Il nostro prodotto di punta è MailAns. Risponditore automatico per e-mail, telefono cellulare, call-center”

Il Gruppo Meta realizza prodotti e soluzioni d’avanguardia per il settore dell’Information
Technology e applicati alla comunicazione multimediale. Il Gruppo è presente sul mercato
dal 1994 ed è composto da cinque aziende specializzate in campi distinti: Meta Solution
Provider che si occupa di ingegneria multimediale; Meta graf di design e Web design;
Meta research costituisce il laboratorio di ricerca dell’intero Gruppo; Meta publishing è
specializzata nello sviluppo di progetti editoriali per i new-media; Meta.Com è l’ultima
nata, a marzo di quest’anno, ed è anche l’unica società con sede a Bologna mentre le
altre si trovano in Toscana. La missione di Meta.Com è quella di commercializzare i
prodotti del Gruppo. Amministratore Delegato della società è il dottor Francesco
Salomone, ex dirigente bancario con un’esperienza trentennale alle spalle che ci descrive
l’attività della sua azienda.

Dottor Salomone, perché ha deciso di costituire una società dedicata alla promozione del Gruppo Meta?

“Meta ha realizzato tanti prodotti di prestigio per altrettanti clienti di prestigio. Parlando
solo del Web penso al portale per il Monte dei Paschi di Siena e per la Cassa di Risparmio
di Firenze. Dunque tra gli addetti ai lavori noi siamo noti e apprezzati. Ma il Gruppo non
ha mai avuto una struttura commerciale e di fatto spesso è stato usato come terzista,
ossia i suoi prodotti venivano veicolati in nome e per conto di altri. L’obiettivo che ci
siamo posti è quello di darci una visibilità diretta sul mercato. Il ruolo di Meta.Com è
duplice. Da un lato, affermare tutto quello che in passato è stato fatto sotto l’egida di
altre strutture; dall’altro, promuovere in Emilia-Romagna, e non solo, le nuove attività
del Gruppo”.

Qual è l’iniziativa promozionale più importante che ha realizzato nella nostra regione?

“Meta.Com è stata tra le dodici società sponsor della Conferenza Europea di MINERVA
<Qualità del Web per la cultura> promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali
e tenuta a Parma il 20 e il 21 novembre scorsi. Tra gli altri sponsor c’erano società del
calibro dell’IBM, Microsoft, Cisco Systems, tanto per citarne alcuni. In quell’occasione
abbiamo presentato il progetto della <Città Virtuale> al quale abbiamo contribuito
realizzando la virtualizzazione di alcuni monumenti di Parma. Abbiamo potuto far
apprezzare il Motore 3D di nostra proprietà per la costruzione di ambienti virtuali al cui
interno è possibile muoversi con senso di assoluto realismo. Abbiamo anche presentato
alcune soluzioni per il primo Museo reattivo europeo, una novità dell’alta tecnologia che
attraverso una serie di sensori permette alla struttura museale di interagire con
emozioni, umori e sollecitazioni del visitatore”.

In questo momento qual è il prodotto di punta con il quale intende lanciarsi sul mercato locale?

“Il Gruppo Meta ha messo a punto strumenti di analisi che consentono l’interpretazione
del linguaggio naturale e uno dei nostri prodotti di punta è un risponditore automatico di
e-mail che abbiamo battezzato MailAns. E’ un sistema che può essere utilizzato in diversi
contesti e le cui applicazioni per la comunicazione sia esterna che interna sono pressoché
infinite. MailAns è dotato di sistemi di analisi logica e grammaticale: alla parola gatto
capisce se sto parlando dell’autore, del gatto delle nevi o dell’animale. Quando il sistema
ha in sé gli elementi per una risposta certa la fornisce in tempo reale. Quando nella
risposta sono presenti margini di incertezza sa già a chi deve rivolgersi per indirizzare la
domanda. MailAns è in grado di canalizzare intelligentemente le e-mail e per di più si
autoalimenta e si autoeduca immagazzinando automaticamente le nuove risposte.
Insomma, più lo si usa più si perfeziona. Attualmente è impiegato dalla facoltà di
Economia dell’Università di Bologna per corsi a distanza di teledidattica e dall’Università
di Salerno all’interno di un progetto di e-learning. Tenga infine presente che il
risponditore automatico di e-mail serve per tenere vivo il sito Web risolvendo così un
problema assai acuto per molte aziende”.

Oltre a Internet e alle Intranet MailAns è applicabile anche su altri canali comunicativi?

“Sì. E’ utilizzabile attraverso il telefonino e ha un motore impiegabile dai call-center. A
partire da un data-base di domande e risposte, ogni volta che un’azienda o un ente
pubblico lancia una nuova iniziativa il sistema filtra il 60-70% delle interrogazioni.
L’esempio classico è l’introduzione dell’euro. In quel caso molte banche hanno creato dei
data-base inserendo le cento domande più frequenti con le cento risposte corrette. Il
lavoro del centralinista dedicato al numero verde è stato enormemente facilitato con
relativo abbattimento dei costi. La medesima tecnologia può essere adattata alle
esigenze più diverse e per ogni tipologia d’impresa”.

Patrizio Paolinelli, periodico ABC del quotidiano il Domani di Bologna,  2 dicembre 2003.

 

Ecco i prodotti del Gruppo Media

Meta Search. E’ un motore di ricerca interattiva locale di nuova generazione per il recupero di informazioni non strutturate (documenti e articoli). E’ destinato a istituzioni e aziende che necessitano di un potente motore di ricerca in grado di interpretare query complesse e concetti avanzati.
Meta Learn. E’ una piattaforma avanzata per le attività di e-learning on-line. Un sistema facile da apprendere e utilizzare che si rivolge a istituti, aziende, centri di formazione.
Meta Manage. E’ un sistema integrato di gestione dei contenuti per il trattamento e il controllo di documentazione informativa multi-formato da pubblicare sul Web. Permette, tra l’altro, la creazione e la gestione dei nodi del sito, la generazione di pagine dinamiche, la personalizzazione dei menu di navigazione.
Meta Navigator. E’ un’applicazione software per la gestione di immagini di grandissima dimensione. L’applicazione permette la visione di foto digitali relative, ad esempio, a facciate di edifici e tetti.
Museum.net. E’ l’idea del museo del futuro: integrato, interattivo, in network. Tra i vantaggi c’è quello di creare un collegamento tra circuito museale e territorio per favorire formule di turismo integrato.

Per ulteriori informazioni: http://www.gruppometa.it

Patrizio Paolinelli, periodico ABC del quotidiano il Domani di Bologna,  2 dicembre 2003.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...