L’arte della comunicazione totale ha un nome magico: Alkimia

Immagine5-640x483Intervista a Letizia Colombani e Michele Piovan dell’azienda di Argelato
“La nostra impresa è in grado di creare un evento dalla A alla Z”

Beati gli ultimi perché saranno i primi. Un detto che calza a pennello nei confronti di
Alkimia Grafica, società di comunicazione nata nel dicembre 2002 e operativa dalla
primavera del 2003 ma che sul mercato ha già messo a segno alcuni “colpi” di tutto rispetto.Va detto che Alkimia non nasce dal nulla. I soci dell’azienda, a iniziare dal
suo Presidente, Michele Piovan, per finire con Letizia Colombani, responsabile della
grafica e dell’area Web, hanno un intenso passato professionale alle spalle. Ad
entrambi abbiamo chiesto di raccontarci storia, missione e valore aggiunto della loro
azienda.

Sembra che ormai non ci sia più nessuno che non si occupi di comunicazione. Avete messo in piedi questa società per seguire la scia o c’è
qualcosa di più?

“Colombani. Direi che c’è davvero qualcosa di più. Intanto Alkimia Grafica è
un’iniziativa della Janus Holding SpA, finanziaria del gruppo Castaldini.
Personalmente poi ho lavorato per circa dieci anni come grafica free lance per lo
stesso gruppo Castaldini. L’azionariato della nostra società è composto per il 55% da
Janus Holding, per il 22,5% da me e per il 22,5% da Marco Vignoli titolare di una
tipografia litografica. Il plus di cui lei chiede conto è dato anche dal fatto che ognuno
potenzialmente si porta dietro la propria clientela. Per fornirle un solo dato, la
tipografia ha portato nella società un portafoglio di 170 clienti”.

“Piovan. Io provengo dalla Castaldini Digital Division. E devo dire che Castaldini,
nonostante sia un’azienda meccanica, ha avuto sempre molta attenzione verso la
clientela. Ad esempio, curando sin nei minimi dettagli l’accoglienza del cliente. Con
Alkimia abbiamo riunito sotto un unico tetto la mia esperienza manageriale,
l’esperienza grafica di Colombani e quella relativa alla stampa litografica di Marco
Vignoli. Posso affermare che nasciamo già con un passato alle spalle. E questo è il
nostro valore aggiunto. Tanto è così che i locali e le attrezzature di Alkimia sono
collocate all’interno della Castaldini”.

Stabilito che siete appena nati ma allo stesso tempo siete ancorati a una
solida azienda perché un cliente dovrebbe scegliere voi rispetto ad agenzie
di comunicazione già affermate sul mercato?

Piovan. Perché forniamo davvero un servizio a 360 gradi. Abbiamo coniato unmotto: One Stop Shop Partner. Tradotto significa che il cliente ha un unico referente per gestire in toto l’immagine aziendale: dal manifesto ambientale all’organizzazione
di eventi. In definitiva noi siamo in grado di coprire tutta la gamma dei servizi
necessari per una comunicazione di successo. Le faccio qualche esempio. Gino
Fontana, la più antica gioielleria di Bologna, ha oggi le scatole personalizzate, i
sacchetti e l’intera immagine aziendale completamente curata da Alkimia. Inoltre
abbiamo organizzato l’evento di apertura di una nuova sede di Gardini Arredamenti:
dalle vetrofanie alla musica di sottofondo, al catering. Recentemente una coppia di
facoltosi bolognesi che volevano festeggiare i 25 anni di matrimonio ci ha chiesto di
gestire l’evento. Noi ci siamo occupati di tutto: dal menu al biglietto d’invito, dalle
foto al filmato, dalla scelta dei fiori all’accoglienza fino alla selezione musicale>.
<Colombani. Noi siamo in grado di creare un evento dall’a alla z per due motivi.
Primo, perché oltre ai cinque professionisti che lavorano in Alkimia abbiamo un
nutrito gruppo di free lance che utilizziamo in base al progetto. Secondo, non
improvvisiamo niente. Alla base di ogni nostro prodotto o servizio c’è uno studio.
Cerchiamo di capire cosa vuole il cliente. A un personaggio tradizionale che ci chiede
la gestione di un evento non possiamo proporre dei cibi esotici. Diamo la lasagna a
chi necessita della lasagna e il sushi a chi necessita del sushi. In definitiva, creiamo
un’immagine adatta a ogni specifica esigenza”.

Qual è un vostro prodotto di punta?

“Piovan. Abbiamo progettato e realizzato una linea di calendari, da tavolo e non, che
vanno da un prodotto classico di tipo commerciale per rispondere alle esigenze
canoniche di visibilità aziendale fino a un prodotto d’alta qualità come il nostro fiore
all’occhiello che è il calendario Grand Circus 2004. Questo tipo di calendario riproduce
immagini del circo dei primi decenni del secolo scorso. Per il tema trattato coinvolge
tutte le generazioni di utilizzatori e per come è realizzato è personalizzabile perché è
possibile inserire il nome dell’azienda o del cliente. Una possibilità che vale anche per
i calendari da tavolo. Abbiamo proposto il calendario Grand Circus 2004 alla nostra
clientela ottenendo eccellenti risultati di vendita. Vorrei aggiungere che noi siamo
molto orientati verso la comunicazione su carta: dalla più economica come può
essere quella di un giornale alla più raffinata come può essere quella delle
pergamene. Viviamo nell’epoca del computer ma a noi piace imprimere idee e
immagini anche sulla carta”.

Patrizio Paolinelli, ABC, periodico del quotidiano il Domani di Bologna, 13 gennaio 2004.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...