Il volto nuovo dell’Asppi per la qualità dell’abitare

ASPPI_nazionaleParla il presidente, l’avvocato Enrico Rizzo
“Ci siamo trasformati in una struttura al servizio della famiglia”

L’Asppi è l’associazione sindacale dei piccoli proprietari immobiliari più antica e
rappresentativa di Bologna e provincia. Operativa dal 1948, si costituisce
ufficialmente nel 1951 e oltre a godere di ottima salute sta conoscendo oggi
una seconda giovinezza. Non potrebbe essere diversamente per
un’associazione fortemente radicata sul territorio, apartitica, in grado di offrire
al socio consulenze, servizi diversificati e di alto livello qualitativo. I consulenti
Asppi sono professionisti con una lunga esperienza nel campo della tutela e
valorizzazione del bene casa: avvocati, ingegneri, geometri, notai,
amministratori di condominio, consulenti fiscali.

I servizi ASPPI sono erogati da Assist Srl, punto di contatto tra la struttura
sindacale e i bisogni dell’associato. Come spiega l’Ingegner Ezio Conti,
Direttore Generale di Assist, è l’aumento di complessità dell’associazione a
richiedere una struttura di servizi dedicata: <Asppi si trasforma lentamente ma
inesorabilmente passando dallo spontaneismo delle origini all’attuale gestione
di una macchina organizzativa d’alto profilo. E’ per rispondere alle continue
trasformazioni che nel 2001 nasce Assist Srl proprio perché dalla crescita
dell’associazione emerge il bisogno di una migliore organizzazione dei servizi,
di un monitoraggio continuo sia dei costi di gestione che dei risultati man mano
raggiunti. Assist è una società che ha il compito di garantire qualità ed
efficienza nell’erogazione dei servizi a tutto vantaggio dell’associato>.
Parallelamente all’organizzazione di una efficiente rete di servizi Asppi si
propone anche come agenzia formativa. E, a partire dal 2001, ha organizzato
tre corsi per amministratori di condominio patrocinati dal Comune di Bologna e
dalla Regione Emilia-Romagna. La direzione scientifica è sotto la guida
dell’avvocato Gino Terzago, docente dell’Università di Genova e considerato
uno dei massimi esperti in materia di condominio. L’esperienza formativa ha
dato ottimi risultati sia dal punto di vista didattico che dal punto di vista
occupazionale. Bilancio positivo anche per le giornate formative dedicate alla
promozione della cultura dell’ospitalità familiare: i tre corsi di formazione per
operatori di bed and breakfast sono stati assai utili per garantire ai clienti della
rete Asppi un servizio di alto livello qualitativo.

Da alcuni anni l’innovazione caratterizza l’attività dell’Asppi. Semmai ce ne
fosse bisogno lo conferma l’avvocato Enrico Rizzo (nella foto), Presidente
provinciale e nazionale di Asppi, stratega del nuovo corso dell’associazione:

“Viviamo in una società in continua trasformazione e chi non sa innovare è
destinato a scomparire. Per Asppi mettere in pratica questo principio significa
creare nuovi servizi, rispondere ai bisogni del cittadino che non è solo
proprietario di casa ma anche contribuente, consumatore, datore di lavoro,
persona che impiega del tempo libero per viaggiare. Asppi deve trasformarsi in
una struttura al servizio della famiglia”.

Come risulta evidente dalle parole di Rizzo l’associazione sta evolvendo. Il
problema è come conciliare logiche di tipo aziendale con quelle sindacali. Ma il
Presidente dell’Asppi ha le idee chiare: “Ampliare la gamma dei servizi a costi
contenuti è uno degli obbiettivi dei prossimi anni. Tuttavia una struttura come
la nostra non può esistere senza la spinta ideale della rappresentanza
sindacale. Mentalità aziendale, attenzione ai costi di gestione, migliorare la
professionalità di consulenti e dipendenti è necessario per sostenere
l’associazione ma non basta. Bisogna fare anche politica sindacale, che non è
mera rivendicazione degli interessi della categoria ma capacità di incidere sulle
decisioni delle amministrazioni pubbliche elaborando proposte in materia di
pianificazione urbanistica, mobilità, politiche abitative e qualità dell’abitare”.

Per comprendere se questo disegno sta dando risultati verifichiamo se il 2003 è
stato un anno soddisfacente. “Senza alcun dubbio” afferma Rizzo. “Partendo
dal presupposto che un sindacato come il nostro deve tutelare gli interessi dei
proprietari ma anche avanzare proposte utili per la collettività, il 2003 è stato
l’anno di un esperimento riuscito per la realizzazione di una politica a 360
gradi. Abbiamo intensificato le nostre iniziative sindacali per un fisco più equo
sulla casa raccogliendo più di 50.000 firme per la trasformazione dell’Ici,
abbiamo ottenuto a Bologna l’azzeramento dell’Ici per chi affitta a canoni
concordati e non ci siamo mai dimenticati i temi per il miglioramento della
qualità della vita. In proposito cito solo una delle tante nostre iniziative: Asppi
ha sostenuto attivamente la delibera popolare, recentemente approdata in
Consiglio comunale, che definisce nuovi indirizzi rispettosi della salute dei
cittadini e della qualità dell’abitare in materia di elettrosmog”.

Patrizio Paolinelli, ABC, periodico del quotidiano il Domani di Bologna, 9 marzo 2004.

Tutti i servizi offerti dall’Asppi: dal Caf allo sportello B&B
Badanti con le carte in regola . E in vacanza ci vai tranquillo

Asppi Caf: assistenza fiscale anche a domicilio
Asppi Caf è un centro di assistenza fiscale dedicato alla proprietà immobiliare e
legalmente riconosciuto dal Ministero delle Finanze. I servizi fiscali offerti
coprono praticamente tutte le domande dell’utenza: da Modelli 730 e Unico a
Red, Ise e bollettini Ici. Un gruppo di 16 operatori, coordinati da un
responsabile fiscale, elabora e trasmette annualmente all’amministrazione
finanziaria circa 8.000 dichiarazioni dei redditi. Asppi Caf agevola anziani e
disabili con un servizio fiscale a domicilio.
Colf e badanti con le carte in regola
In contemporanea con l’emanazione della legge Bossi Fini, nel 2002 Asppi ha
attivato un servizio di assistenza e consulenza per la regolarizzazione di colf e
badanti e per la costituzione, gestione, risoluzione di rapporti di lavoro
domestico. Nel corso del 2003 i contatti di persone interessate a questo
servizio sono stati circa 500. Attualmente il servizio lavora a pieno regime e
supporta il datore di lavoro in tutti gli adempimenti amministrativi: gestione
buste paghe, coperture assicurative Inail e versamento trimestrale contributi
Inps.
Bed and Breakafst: il valore aggiunto dell’ospitalità
La rete B&B ASPPI ha raggiunto in poco tempo più di 50 operatori associati. E’
dotata di un moderno centro di informazioni e prenotazioni completamente
gratuito e di un sito Web (www.bedandbreakfastasppi.it). La rete promuove la
cultura dell’ospitalità, garantisce la qualità del servizio offerto e agevola
l’incontro tra domanda e offerta utilizzando anche convenzioni con soggetti sia
pubblici che privati. Per ottenere una maggiore visibilità Asppi ha realizzato e
distribuito 50.000 di un catalogo illustrato tascabile intitolato Bed and
Breakfast ed altro… in Emilia-Romagna con schede descrittive e foto dei B&B
associati.
AsppiTourService: da noi il turismo è di casa
L’Asppi apre le porte al turismo organizzato: viaggi brevi, formule weekend,
soggiorni termali, percorsi enogastronomici. Sono queste alcune delle
possibilità che soci e non soci possono trovare nei cataloghi di
AsppiTourService. Il nuovo servizio turistico, attivato nella prima metà del
2003, offre pacchetti turistici no problem: viaggio, soggiorno, pensione
completa, copertura assicurativa, accompagnatore, medico non stop e
bagaglio, rimborsi delle quote versate in caso di rinuncia. Il tutto a prezzi
vantaggiosi grazie alla stipula di convenzioni con accreditate agenzie di
viaggio. Prossime mete: Londra, Portogallo, Sardegna.

Patrizio Paolinelli, ABC, periodico del quotidiano il Domani di Bologna, 9 marzo 2004.
Assistenza continua a 360 gradi. La gioia dei proprietari immobiliari
Record di iscrizioni nel 2003 . Una rete capillare a Bologna e provincia

Asppi garantisce competenza e professionalità nei settori chiave che ruotano
intorno alla piccola proprietà immobiliare: stesura registrazione e gestione dei
contratti di locazione, dichiarazioni di successione, donazioni, agevolazioni sulle
ristrutturazioni edilizie, sfratti, esecuzioni immobiliari, visure catastali, perizie
geologiche e rilevazioni di inquinamento acustico, coperture assicurative su
affitto e compravendita, consulenze condominiali. A questo ventaglio di servizi
tradizionali si affianca oggi un pacchetto di servizi innovativi per soddisfare
bisogni in continua evoluzione.
Si tratta di una strategia che paga in termini di adesioni e consenso. Basta osservare il trend delle
iscrizioni: 12.860 nel 2000; 12.950 nel 2001; 13.120 nel 2002; 13.450 nel 2003. Ottima anche la
performance dei servizi erogati nel 2003: Oltre 6.000 consulenze professionali; circa 8.000
dichiarazioni dei redditi; 12.000 bollettini Ici; 2.000 contratti di locazione registrati e più di 1.000 in
gestione.
Sul piano logistico ASPPI è ben ramificata nel territorio. Possiede nel cuore di
Bologna una bella, spaziosa ed efficiente sede centrale e nove sedi periferiche:
tre in città (Bologna Levante, Bologna Ponente, Bologna Nord), Casalecchio,
San Lazzaro di Savena, Molinella, Castel San Pietro Terme, San Giovanni in
Persicelo, Monte San Pietro, Imola. L’organico dell’Asppi comprende: 13
dipendenti; 16 operatori per la dichiarazione dei redditi; 30 consulenti.
L’identikit dell’iscritto Asppi presenta due tratti essenziali: età media di 55/60
anni (livello che tende ad abbassarsi con il lancio dei nuovi servizi); possiede
mediamente 2-3 unità immobiliari, una delle quali in locazione. Per un nuovo
iscritto la tessera Asppi costa 58,50 euro (rinnovo 48,50 euro) e vale un anno.
Al socio sono garantite consulenze verbali allo sportello o previo
appuntamento, prestazioni professionali a prezzi convenzionati sull’insieme dei
servizi offerti. Il socio Asppi riceve gratuitamente a domicilio la rivista
bimestrale Pietra su Pietra, organo di informazione ufficiale dell’associazione
dal 1954, che attualmente tira 40.000 copie.
La sede centrale dell’Asppi di Bologna è in Via Testoni, 5. Tel. 051277111. Per
saperne di più: http://www.asppi.bo.it

Patrizio Paolinelli, ABC, periodico del quotidiano il Domani di Bologna, 9 marzo 2004.

L’unione fa la forza e si risparmia anche
L’Asppi di Bologna e provincia nasce nel 1948 ed è ufficializzata nel 1950. Con 14.000 iscritti l’Asppi di Bologna è oggi la sede più numerosa d’Italia tra tutte le associazioni della sua categoria. Caratteristica dell’Asspi è quella di associare non il singolo proprietario ma l’intera famiglia che può così usufruire dei servizi dell’associazione. La politica dei servizi ai soci è improntata all’alta qualità e al massimo contenimento dei costi. La quota associativa è di 47 euro annui, la più bassa tra tutte quelle delle associazioni di proprietari immobiliari.
La rete dei Bed and Breakfast dell’ Asppi di Bologna ha raggiunto i 50 soci attivi mentre più di 100 sono i soci simpatizzanti. Per facilitare l’incontro tra domanda e offerta sono state attivate convenzioni con Enti pubblici e privati.
L’Asppi ha raggiunto un accordo con il Comune di Bologna per l’azzeramento dell’ICI sui canoni concordati e ottenuto dal Comune di San Lazzaro un notevole abbassamento di questa imposta.

Patrizio Paolinelli, ABC, periodico del quotidiano il Domani di Bologna, 9 marzo 2004.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...